NEWS

Pollicino

Non ero il più piccolo di sette fratelli, ero solo l’ultimo di sette generazioni di altre sei che avevano fallito. E non è vero neanche che i miei genitori mi avevano disperso nel bosco per una carestia. Io me ne...

Un’altra Cappuccetto Rosso

Ciò che non fu detto è che eravamo due. Gemelle per nascita e per aspetto. Ma di anima così dilaniata che ci bilanciavamo e solo se eravamo insieme potevamo dirci sagge. Io avventata e spaccona come un temporale. Lei paziente...

una poesia

Portami con te come si porta una parola dimenticata occasionalmente e che ci figuriamo sulla punta della lingua come il ricordo appannato che sfarfalla senza che lo si possa mettere a fuoco come un odore cui non sappiamo dare un...

24 dicembre

24 dicembre Ci sono tre picche piantate per terra. Su ognuna di loro una testa. Una sembra gridare e guarda a sud. Una sembra soffrire e guarda a est. Una sembra morire senza fine e guarda a ovest. La testa...

23 dicembre

23 dicembre 18 gradi. Il termometro segnava 18 gradi al 23 dicembre. Il Natale si era annunciato con temperature primaverili. Insetti e piante confuse dal clima si affacciavano come esautorando di fatto, l’inverno. E Paolo era incazzato. A parte il...

22 dicembre

22 dicembre Le tre. Implacabile lo spettro dell’insonnia veniva a spalancarle le palpebre. Il corpo reclamava riposo attraverso numerose micro lamentele delle giunture e un bruciore dietro gli occhi accompagnato da un leggero mal di testa che come un esattore...

21 dicembre

21 dicembre Sempre lo stesso sogno. Rino sognava di correre. Correva a perdifiato, in mezzo all’erba alta e sopra di lui volava Mir un corvo imperiale dalle penne lucide e nere. E lui era così contento di correre che rideva,...

20 dicembre

20 dicembre L’uomo aveva 60 anni e il pene flaccido. Non sempre ben inteso, ma ormai da tempo non superava la soglia del “superbarzotto” ossia una rigidità al limite della sufficienza e con pericolo costante di finire sotto la soglia...

19 dicembre

19 dicembre La donna contava i giorni senza saperlo. Da quando il dolore si era fatto strada tra i suoi capelli con dita di brina, imbiancandola e allargando sentieri sul suo cranio, un orologio atomico si era messo in moto....

18 dicembre

18 dicembre La chiave arrivò in una busta imbottita da pacco. Il ragazzo chiese se stesse consegnando alla persona descritta sulla busta fidandosi a priori di qualsiasi affermazione e scappò via. Loredana Timi soppesò la leggerezza della busta e cercò...

17 dicembre

17 dicembre Bartolomeo Saliceti era un entomologo. Era molto stimato e i suoi corsi erano affollati di studenti. Quella sera però aveva accettato di fare una sorta di lezione privata per una studentessa particolarmente dotata e per la quale il...

16 dicembre

16 dicembre Angelica Santamaria camminava lentamente sull’asfalto ghiacciato della provinciale. Era scalza, un poncho logoro le copriva il corpo minuto e i capelli le scendevano sulle spalle con una compostezza regale. Tutto il suo incedere era fiero e se chi...

15 dicembre

15 dicembre La casa sta ai confini delle terre conosciute. Là dove anche la neve si arrende e non prosegue sciogliendosi nel mare. Io sono diretto là. Forse oltre. Non ho con me mappe o armi, né cibo né acqua...

14 dicembre

14 dicembre “Sì”. L’uomo fissò lo schermo del cellulare, in attesa che ci fosse un seguito, un qualsiasi seguito. Anche stupido magari. Ma lo schermo era muto e dopo pochi secondi si spense. Decisamente Giulia lo faceva impazzire, sotto ogni...

13 dicembre

13 dicembre Ognuno ha un posto nella vita. Non so dire se sia un posto determinato fin dalla nascita o da prima ancora, oppure se sia un divenire senza disegno, un modo che ha la vita di riempire gli spazi...

12 dicembre

12 dicembre All’inizio la donna pensò fosse un insetto, ma dopo aver sperimentato inutilmente vari tentativi di molestia nei suoi confronti, agitando la mano e poi un giornale e dopo aver abbattuto la paletta acchiappamosche con tenacia e perseveranza almeno...

11 dicembre

11 dicembre Il vecchio spinse la barca in mare. Era buio ma il corpo era guidato dai gesti di una vita, i piedi conoscevano la sabbia fredda e l’assalto dell’onda. Salì con passi uguali, indovinò lo scalmo e remò con...

10 dicembre

10 dicembre La cartomante era in fondo alla fiera, quasi nascosta. Si accedeva alla tenda scostando una tenda su cui era ricamata la parola apparenza. L’uomo entrò e si sedette su una sedia che era stata messa a disposizione in...

9 dicembre

9 dicembre Corro. A falcate lunghe, i piedi non toccano il terreno, non sento la fatica. Non c’è sentiero, scosto l’erba a furia di vento che guida i miei passi. Piccoli topi bianchi corrono al mio fianco senza superarmi. Ho...

8 dicembre

8 dicembre Il cimitero era immerso nella nebbia che una luce crepuscolare contribuiva a rendere più densa. Il cancello era chiuso a chiave e un catenaccio ne accentuava l’indisponibilità a schiudersi. Io ero nudo sommariamente coperto dal sudario. Accanto a...

7 dicembre

7 dicembre Il sonno non veniva. Adele lo aveva capito fin dal pomeriggio che quella notte sarebbe trascorsa senza il conforto del riposo. E che sarebbe stata preda dei demoni. Con il buio i fantasmi delle sue paure sarebbero venuti...

6 dicembre

6 dicembre Angel era al culmine della perfezione, uno strumento inappuntabile che il dott. Alfredo Torrisi aveva messo a punto in qualità di robot personale. Lo aveva chiamato Angie per collocarla al di sopra del genere umano per efficienza e...

5 dicembre

5 dicembre Il monaco meditava davanti ad un piccolo specchio. L’ uomo è fatto ad immagine e somiglianza di Dio. Per questo aveva posto nella sua capanna spoglia, un piccolo specchio. Quel piccolo pezzo di “altro” spesso conquistava la sua...

4 dicembre

4 dicembre Il ladro entrò di soppiatto come era nella sua natura. Ma per quanto fosse stato impeccabile e professionale trovò la donna sveglia e in piedi. I due procedettero alle frasi di rito. Il ladro invitò alla calma, dicendo...

3 dicembre

3 dicembre Il bar era semideserto. Avevano scelto un tavolino appartato, senza che ci fosse motivo. Un’abitudine, una comune sociofobia. Il barista venne a prendere le ordinazioni che esaurirono in fretta. Il tavolo era stato pulito poco e male e...

1 dicembre

1 dicembre L’uomo l’amava. Avidamente. Avrebbe voluto essere con lei sempre, nella veglia e nel sonno, sulla sua pelle e sotto di essa, voleva divorarla ed esserne divorato, voleva invaderle il respiro ed esserne respirato. Voleva essere il suo spettatore...

calendarlaico dell’Avvento

Un Natale buono come il cioccolato: Dark. Il Natale arriva, come un compleanno, quale è in effetti. Possiamo decidere se festeggiarlo o no, ma non possiamo negare che ci sia. Dal primo dicembre al 24 un racconto laico e dark...

Giovanni Violetti

Cos’è nato prima? L’uomo o il linguaggio? Personalmente, non penso che il linguaggio sia invenzione dell’uomo, lui ha solo riscoperto la sua esistenza eterna. Il linguaggio rende il mondo tridimensionale, in quanto costruisce ‘muri’ o ‘grattacieli’, umilia, innalza, sposta l’asse...

Giuseppe Montrone

Giuseppe Montrone è un autore che Libereria conosce bene ed apprezza. Eclettico artista che passa dal teatro alla poesia con particolare attenzione alle tradizioni popolari e i dialetti. Amare Verità è un frammento di vita, tra il 2019 al 2023....

Luigi Sevri

La poesia traccia solchi, si attraversano tante vite, i versi sono il ritmo delle nostre giornate, mesi, anni.  Luigi Sevri con sensibilità e candore ci mostra  il suo spirito, la sua esperienza. Il suono dei suoi versi è sottile, racconta...

Graziella Galli

C’è chi ci chiama animalisti, chi animalari, chi canari, fatto sta che nel cuore di ognuno di noi c’è e ci sarà sempre un amico non umano. Nei ricordi d’infanzia, o nei racconti e le favole, o nei fumetti, se...

Lucio Hassan Siro

Ironico, dissacrante, emotivo, Lucio Hassan Siro, e già nel suo nome le note comiche iniziano ad aleggiare, è il protagonista del componimento poetico Non voglio mica la duna. E chi l’ha detto che la poesia è una “cosa noiosa”? Con...

Premio Giacomo Rossi 2023

Si è appena conclusa la seconda edizione del Premio Giacomo Rossi. Fortemente voluta e sostenuta dall’autrice libereriana Rosalba Itrià. Le vincitrici, tra cui due libereriane, sono delle poetesse di grande spessore e sensibilità:   Maria Teresa de Carolis con Rumori...

Dario Rezzuti

Esistono luoghi che proiettano dentro di noi immagini vivissime, e costruiscono scenari sorprendenti. Luoghi esplorati nei particolari dalla mente, dandoci l’idea d’esserci stati realmente là e conservare una memoria visiva, frutto dell’immaginazione. “La grotta della Poesia” è un sito reale...

Le fiabe reinterpretate Biancaneve

Le fiabe reinterpretate Biancaneve Biancaneve è un’adolescente in conflitto con la madre. Una donna bella, autoreferente ( si confronta solo con il suo specchio ) che vede le sue forme declinare mentre crescono quelle della figlia. Nella fiaba noi vediamo...

La reinterpretazione delle fiabe

Il gobbo di Notre Dame. Tutto si poggia sulla cattedrale. Quando Victor Hugo scrive il suo romanzo, la cattedrale di Notre Dame è un rudere cadente che i parigini meditano addirittura di demolire. Le statue sono state abbattute dalla Rivoluzione...

Caterina Grimani

Le anime sensibili, affini, quelle fatte dalla stessa materia, quelle risuonanti, quelle comunicanti per vie e modi sconosciuti agli altri, prima o poi si trovano.Non può passare un attimo di più quando il richiamo è così forte da sgretolare tutti...

Roberta Di Iorio

Le storie d’amore appassionano da sempre. Gran parte della letteratura di tutti i tempi custodisce la bellezza di tale sentimento in tutte le sue sfaccettature. Roberta Di Iorio presenta ai lettori il suo romanzo, edito da #Libereria, ‘PAGINE DI VETRO’....

Le fiabe reinterpretate Il pifferaio magico

Le fiabe reinterpretate: Hamelin e il pifferaio magico. Hamelin è una città fiorente e bugiarda. Vive di commercio e di accordi non onorati, è abile in questo. Ed è ricca per questo. Ha notai e uomini di legge corrotti capaci...

Quelli che restano

Siamo quelli che restano in piedi e barcollano su tacchi che ballanoE gli occhiali li perdono e sulle autostradeCosì belle le vite che sfreccianoE vai e vai che presto i giorni si allungano e avremo sogni come fariAvremo gli occhi...

#Assange

Un Giornalista libero chiuso in gabbia perchè pensava che raccontare fatti e verità fosse cosa giusta e normale. Quelli servi che scrivono ciò che detta il padrone invece hanno il cervello in gabbia ma sono liberi di girare e non...

Benvenuta Madgazine

Sogno ed esperienza sono due elementi in conflitto. Il sogno è il progetto. E come tutti i progetti deve essere sottoposto a test di stress e deve essere pronto a modificarsi senza naturalmente perdere né la sua natura né il...

Design by Lidio Maresca, on WordPress platform, with Sydney theme. Released in 2022.

Solverwp- WordPress Theme and Plugin